Area riservata

telefoni3 1

in evidenza

Avvisi bonari per contravvenzioni

  Il giorno 17 marzo 2014 è iniziata la spedizione delle lettere di AVVISO...

Segue...

Riduzione 30% importo sanzioni al C.d.S.

La Polizia Municipale di Genova ha messo a punto le modalità che consentiranno ai cittadini a cui è ...

Segue...

Mediazione sociale

E' attivo il servizio di mediazione sociale della P. M. per la risoluzione delle controversie di v...

Segue...

Obblighi per ciclomotori

Con la legge n. 120 del 29 luglio 2010 «DISPOSIZIONI IN MATERIA DI SICUREZZA STRADALE» all’articol...

Segue...

Rateazione delle sanzioni pecuniarie

  RATEAZIONE DELLE SANZIONI PECUNIARIE EX ART. 202BIS CDS Pro...

Segue...

Visione fotogrammi verbali

Nei casi di contravvenzioni documentate con rilevamento fotografico (Autovelox, Telelaser, Z.T.L. e ...

Segue...

 

scout grande

 
Calendario 2014

copertina4

E' in via di stampa il calendario 2014 della Polizia Municipale Genovese, che quest'anno ha per tema i municipi della città di Genova.
Ogni mese del calendario, al di sopra della stampa mensile, riporta una veduta fotografica di uno scorcio di ciascuno dei nove municipi della città.
Anche quest'anno la PM genovese ha legato il calendario alla propria iniziativa benefica a favore dell'ospedale Giannina Gaslini, dedicata ad un progetto di accoglienza per i piccoli degenti e intitolata "Insieme per accogliere".
Il calendario verrà quindi offerto ai cittadini in cambio di un contributo libero, e i proventi ricavati verranno devoluti all'ospedale che li destinerà allo sviluppo del progetto accoglienza.

Il Calendario verrà distribuito presso le sedi della Polizia Municipale di Genova, la Bottega del nuovo Ospedale di Giorno
Gaslini (Istituto Gaslini – padiglione 20, piano terra), la sede della Società di Mutuo Soccorso della Polizia Municipale di
Genova (via Cantore 2 r – Matitone fondi), in altre sedi in ambito cittadino e durante manifestazioni presidiate dai volontari
delle due Associazioni.

PROGETTO ACCOGLIENZA

 

 

tutor3
 
 

Il sistema di rilevamento della velocità media sulla strada sopraelevata dopo un anno di attività vince la sicurezza.

il 6 marzo 2012 sulla strada sopraelevata Aldo Moro  entrava in funzione il sistema di controllo della velocita media denominato Celeritas.
Questa iniziativa del Comune di Genova rientrava tra le strategie di riduzione dell’ incidentalità stradale e di prevenzione dei comportamenti di guida a rischio previste dal Piano Nazionale della Sicurezza Stradale (PNSS), istituito con legge n. 144 del 17/05/1999 (art. 34) con cui è stata recepita la Comunicazione alla Commissione Europea  n. 131 del 1997, giunto oramai al 3° programma nazionale di attuazione.
A distanza di 15 mesi dalla entrata in funzione del sistema il bilancio è decisamente positivo.
L’analisi delle statistiche relative agli incidenti occorsi sulla sopraelevata dimostra che il Celeritas ha svolto e continua a svolgere bene la sua funzione.
Da una comparazione dei dati che fanno riferimento al periodo dei due anni antecedenti all’istituzione del Celeritas, possiamo registrare una sensibile diminuzione dell’incidentalità stradale con conseguente diminuzione del numero dei feriti e, aspetto sicuramente più rilevante, l'azzeramento degli incidenti mortali.
Infatti,  gli incidenti sono passati dai 115 del periodo compreso tra il 6 marzo 2010 e il 6 marzo 2011 ai 70 del periodo compreso tra il 6 marzo 2012 e il 6 marzo 2013, mentre gli incidenti con esito mortale sono passati da 3 nel primo periodo indicato a 0 nel secondo periodo.
Un dato interessante è anche quello che riguarda il periodo intermedio (ossia quello compreso tra il 6 marzo 2011 e il 6 marzo 2012), in cui le strutture del tutor erano già state installate sulla sopraelevata, ma il sistema non era ancora operativo per le dovute tarature degli strumenti.  In questo caso i dati parlano già di una inversione di tendenza: 81 incidenti, di cui uno con esito mortale, quindi già in diminuzione rispetto agli anni precedenti.
Insomma, la semplice presenza delle strutture del tutor ha svolto una funzione di deterrenza nei confronti di almeno una parte dei guidatori, assicurando   una sensibile diminuzione dei sinistri sulla strada sopraelevata.
Per quanto concerne l’aspetto repressivo, anche qui la comparazione dei dati mette in evidenza un aspetto sicuramente positivo e cioè l’adeguamento della velocità dei veicoli ai limiti prescritti.
Questo è quanto si ricava dal raffronto del numero delle infrazioni rilevate nel periodo precedente all’entrata in funzione  del tutor con quello rilevato dopo l’entrata in funzione del sistema.  Anche in questo caso c’è stata una diminuzione del numero complessivo di accertamenti e, considerando che il funzionamento dell’apparecchiatura  CELERITAS è automatico e senza soluzione di continuità nelle 24 ore per tutto l’anno, questo è un dato di particolare rilievo.
Il sistema Celeritas può quindi essere annoverato uno tra i  principali strumenti che la Polizia Municipale ha a disposizione per raggiungere l’obiettivo primario della sicurezza delle persone nella circolazione stradale urbana.

 

162° Anniversario della fondazione del Corpo di Polizia Municipale di Genova

logo gu

IL DISCORSO DEL COMANDANTE LE IMMAGINI DELL'EVENTO